mercoledì 4 novembre 2009

ELIOT PATTISON il mantra del reato



L'ex ispettore cinese Shan, internato in un campo di lavoro in Tibet permotivi politici, viene ingaggiato dal capo militare della regione, ilcolonnello Tan, per indagare sull'omicidio del procuratore distrettuale. È unomicidio strano, che sembra richiamare i rituali del buddhismo tibetano, e ilprincipale sospettato è un monaco che si è chiuso in un impenetrabile mutismo.Shan, poi, è la tipica "pedina sacrificabile": se fallisce sarà colpa sua; seavrà successo, il merito se lo prenderà il colonnello Tan. Affiancato nelleindagini dal sergente Feng e da un ragazzo tibetano, Shan si concentra sulleattività di una società americana che sta cercando di avviare un'impresamineraria e che ha scoperto una misteriosa caverna...


libro in buono stato, peso gr. 300, pagg. 465 , copertina morbida

Nessun commento: