sabato 21 settembre 2013

ALEXANDRE DUMAS il tulipano nero

pp. 296, peso gr. 350, f.to 21x13,5,copertina rigida rossa, senza sovracopertina, ed club degli editori, ottimo stato

Il tulipano nero è un romanzo di Alexandre Dumas padre scritto nel 1850.
Siamo nel ’600, il secolo d’oro dei Paesi Bassi, la terra dei tulipani, dove si sta verificando un’accesa lotta politica per il potere tra il Gran Pensionario, il borghese Johan de Witt e lo Statolder, l’aristocratico Guglielmo III d’Orange . Per comprendere bene la trama del romanzo bisogna sapere che alla prima diffusione dei tulipani, che provenivano in Europa dall’Oriente, si diffuse una vera e propria mania tra le classi altolocate per questi fiori che ne fece alzare enormemente i prezzi, anche per la speculazione di molti olandesi che investirono i loro capitali in quella che fu chiamato il commercio del vento per l’impossibilità di stabilire un mercato su basi stabili. Intervenne anche il governo per regolare il mercato e con la maggiore quantità commerciata, i prezzi inevitabilmente crollarono: primo caso nella storia di una bolla speculativa commerciale e finanziaria.

La storia di Dumas , un racconto d’amore e di spionaggio industriale, vede protagonista Cornelius Van Bearle che, pur appartenendo a una ricca famiglia de L’Aia, non vuole arricchirsi ancora di più ma investe grosse somme di denaro nella sua mania per i tulipani alla ricerca di forme e colori sempre più nuovi fino a riuscire a creare l’impossibile tulipano nero, per il quale la città di Haarlem offre il ricchissimo premio di centomila fiorini.

Cornelius sta quasi per riuscirci ma un vicino invidioso, Boxtel, organizza un piano per rubargli i preziosi bulbi....

 € 2 + spese di spedizione €2.00 fino a 2 kg. di peso in libri

Nessun commento: